di Valentina Dirindin 18 Dicembre 2019

Una cena per criticare il cibo straniero, con due ospiti speciali: Mario Giordano e Matteo Salvini, che però pasteggiano bevendo Coca Cola. È accaduto ieri sera, durante la puntata di Fuori dal Coro, il programma di attualità condotto da Mario Giordano (già finito sui giornali per la sua sfuriata contro Halloween e le tradizioni straniere, portata avanti con una mazza da baseball in mano).

Intorno a una bellissima tavola imbandita, il giornalista ha accolto il suo ospite preferito, il leader della Lega Matteo Salvini, e i due si sono trovati concordi su molti punti di vista, in particolare sulla critica al cibo straniero e la tutela di quello italiano.

“Abbasso le nocciole turche!”, “Difendiamo il formaggio di malga!”, “Non possiamo più fare le orecchiette!”, e giù applausi del pubblico, intervento dopo intervento, in un clima di indignazione crescente che in effetti mi ha ricordato alcune litigate natalizie post prandiali, quando qualcuno dei miei familiari un po’ alticcio attaccava con discorsi politici in difesa di questa o quell’idea. Tutto molto bello, insomma, se non fosse che – un po’ come per l’americanissima mazza da baseball utilizzata per distruggere la dominanza del rito americano di Halloween – Mario Giordano c’è caduto sul bere (esattamente come i miei parenti un po’ alticci al pranzo di Natale, peraltro).

A farcelo notare è Giornalettismo, che fa notare come a quella tavola, imbandita per la difesa del Made in Italy, anziché una bella bottiglia di Lambrusco c’era un’americanissima Coca Cola. Non che ci stupisca: dopo gli spaghetti (s)conditi con il ragù pronto avevamo già espresso più di qualche dubbio sui gusti enogastronomici dell’ex vicepremier Salvini.

[Fonte: Giornalettismo]