di Marco Locatelli 14 Maggio 2020

Inutile fare attenzione alle misure di distanziamento sociale, guanti, mascherine se poi quando – nei prossimi giorni – ci si troverà al ristorante o al bar a bere con i propri amici si abbassa la guardia togliendo la mascherina per bere o mangiare. Interessante – anche se un po’ inquietante – il progetto Drinksafe, la mascherina che ti permette di bere senza doverla togliere.

L’idea è dei tre pontederesi Carlo Alberto Arzelà, Tristano Baldanzi e Stefano Bani, proposta al Comune di Pontedera, in provincia di Pisa. “Drinksafe – si legge in un post sulla pagina Facebook – è un sistema di sicurezza brevettato che permette alle persone di bere senza dover togliersi la mascherina, ed è adattabile a tutti principali tipi di mascherina attualmente in commercio. Il dispositivo Drinksafe è riutilizzabile tramite sterilizzazione e può essere usato numerose volte”.

Ma come funziona? In pratica, si tratta di una mascherina con una valvola centrale – fronte bocca, quindi – dove poter inserire o rimuovere una cannuccia e che non fa passare ovviamente l’aria. Un prodotto pensato per tutti, “semplice ed economico, per tutti coloro che desiderano avere un momento di socialità in completa sicurezza”, sottolineano i tre inventori.

Il sistema – come fanno sapere i tre ideatori – protegge prima, durante e dopo l’atto del bere ed è brevettato, anallergico e di facile utilizzo.