di Valentina Dirindin 8 Dicembre 2019
dieta-banane-assurda-vera

È stata mangiata la banana da 120 mila dollari firmata da Maurizio Cattelan, e a farlo è stato un’artista affamato, come lui stesso si è definito. L’opera “Comedian”, provocatoria come da consuetudine dell’artista italiano, era stata fino a ora esposta alla fiera d’arte contemporanea Art Basel Miami. Nulla più di una banana appiccicata al muro con lo scotch, una di quelle cose che molto classicamente ci fa gridare qualcosa come: “ero bravo a farlo pure io”. Certo che sì, rispondiamo noi, ma la vera bravura sta nel metterla in vendita alla cifra pazzesca di 120mila dollari.

Ora, non solo Cattelan ha trovato un compratore, ma l’atto stesso della compravendita si è trasformato in una performance artistica. Ad acquistare l’opera, infatti, è stato un collega artista, David Datuna, che non solo ha mangiato la sua preziosissima banana, ma si è fatto filmare mentre lo faceva. Così, questo pasto da migliaia di dollari è diventato a sua volta una performance di arte contemporanea, intitolata “Hungry artist”, cioè “Artista affamato”.

In ogni caso, i 120mila euro non sono stati del tutto buttati via: l’atto di vendita dell’opera d’arte, infatti, comprendeva un certificato di autenticità e le istruzioni per sostituire la banana, anche perché (se non mangiata) un giorno sarebbe comunque marcita. Quindi, morta una banana se ne fa un’altra, e a Datuna basterà andare al mercato per ricreare la preziosissima opera d’arte da lui acquistata, e magari mangiarla ancora e ancora, in un loop artistico infinito.

[Fonte: Il Post]