McDonald’s ascolta i clienti in fila al drive-thru anche prima degli ordini

Svelati i segreti del drive-thru di McDonald's: i clienti in fila possono essere ascoltati anche prima degli ordini. E vengono fotografati.

McDonald's

Stanno facendo assai discutere in rete i segreti e gli altarini di McDonald’s svelati da un dipendente della Nuova Zelanda a proposito del funzionamento del drive-thru. Lo sapevi che i dipendenti possono ascoltarti anche prima degli ordini? E che fanno delle foto?

Il post in questione è diventato virale su TikTok nel giro di pochissimo tempo. In pratica il succo è questo: la catena di tiene d’occhio e ti ascolta anche mentre sei in fila al drive-thru.

Il dipendente in questione, infatti, ha ammesso che i microfoni di McDonald’s del drive-thru, quelli usati per fare gli ordini, sono in grado di sentire tutto quello che le persone si dicono in auto anche quando i suddetti microfoni dovrebbero essere spenti (cioè quando non stai dettando l’ordine). Il dipendente ha specificato che loro, dall’interno, possono sentire anche tutto quello che dicono i passeggeri dell’auto.

McDonald's

Ma c’è di più: McDonald’s scatta una “foto segnaletica” in modo che i dipendenti riescano più facilmente ad abbinare l’ordine alla persona giusta.

Ovviamente McDonald’s non si è potuto esimere dall’intervenire e ha spiegato cosa succeda veramente. L’azienda ha specificato che i microfoni sono una parte essenziale del drive-thru per poter raccogliere chiaramente l’audio dell’ordine, ma le conversazioni così raccolte non vengono mai registrate.

Confermato anche l’uso delle fotografie per abbinare gli ordini ai clienti, ma gli scatti mostrano l’auto, non le persone trasportate. Inoltre anche queste foto non vengono conservate (anche se la foto della mucca in macchina al drive-thru di McDonald’s avrebbe meritato di essere tenuta a imperitura memoria).

Problemi di privacy in vista? C’è da dire, comunque, che anche il sistema della foto non sembra funzionare benissimo visto che, anche così, ogni tanto gli ordini vengono sbagliati.

McDonald's