McDonald’s, il peggior ristorante al mondo sta per chiudere

Il peggior McDonald's al mondo si trova in Canada e sta per chiudere: vediamo insieme alcune delle storie più assurde sul suo conto.

McDonald's

Di archi dorati sparsi per il mondo ce ne devono essere davvero tanti – motivo per cui riuscire a distinguersi come il peggiore in assoluto ci pare davvero un’impresa degna di nota. Per trovare il peggior McDonald’s del pianeta occorre spostarsi in quel di Ottawa, capitale del Canada, e poi viaggiare fino a Rideau Streets: soprannominato “la culla del caos” da parte del capo della polizia cittadina, questo particolare punto vendita ha a lungo dominato la cronaca locale – e non solo – a causa di una lunga serie di incidenti più o meno bizzarri ma quasi sempre pericolosi, con l’annata del 2018 che si distingue per aver portato a più d 800 chiamate alla polizia.

“Pronto, polizia? Chiamo dal McDonald’s: un uomo sta usando un procione come arma”

mcdonald's

Ehi, anche questa è successa veramente. Dobbiamo attivare la nostra fidata macchina del tempo e fare un piccolo salto all’indietro, nel 2013, per rivivere gli eventi: il famigerato McDonald’ di Rideau Streets conquista il palcoscenico internettiano e diventa virale grazie al video di una enorme rissa scoppiata all’interno del ristorante. Il che, direte voi, non è nulla di fuori dal normale: certo, sicuramente sarebbe stato più opportuno evitare, ma le risse sono incidenti che possono capitare in ogni dove. Quel che ha consegnato questo particolare evento alla celebrità, tuttavia, è il fatto che uno dei tizi coinvolti nei combattimenti ha tirato fuori un procione dalla sua giacca e ha preso a utilizzarlo come arma.

LEGGI ANCHE McDonald’s: l’ex CEO licenziato per una relazione con una dipendente dovrà pagare 400 mila dollari

Insomma, da queste parti non ci si annoia. Da qui a poco, tuttavia, le forze di polizia di Ottawa potranno tirare un sospiro di sollievo, in quanto i piani alti del colosso del fast food hanno deciso di far chiudere definitivamente i battenti al ristorante in questione. La chiusura effettiva avverrà entro il mese di aprile, e purtroppo ci priverà di testimonianze come questa, presa direttamente da TripAdvisor e risalente al 2019: “Non capisco perché McDonald’s tenga aperto questo ristorante” si legge nella recensione. “È pericoloso, il solo entrarci mi fa venire voglia di vomitare. È così sporco e puzzolente e non sai mai se ne uscirai vivo, e direi che la possibilità di essere aggredito… è decisamente alta”.

Qualche anno fa, invece, la situazione era diventata così grave che il capo della polizia locale, Charles Bordeleu, ha ritenuto opportuno scrivere una lettera al presidente amministratore delegato di McDonald’s Canada in cui esprimeva le sue preoccupazioni per i frequenti casi di “attivitàcriminale e disordine sociale”. In risposta il ristorante aveva accorciato i propri orari di apertura, passando dall’essere operativo 24 ore su 24 a un orario che andava dalle 6 del mattino alle 10 di sera.

Una cosa, però, la dobbiamo confessare: siamo piuttosto curiosi di sapere cosa sarebbe successo se il cliente che si è trovato 5 mila dollari nel sacchetto del proprio McMuffin fosse stato di queste parti. Quanti procioni sarebbero stati usati come arma, in un caso del genere?