di Manuela 7 Novembre 2019
licenziato

Avete presente l’ex CEO Steve Easterbrook di McDonald’s? Ha lasciato anche l’associazione per la tutela delle donne sul lavoro di cui faceva parte. E ha pure abbandonato il suo ruolo del direttivo di Walmart. Se ricordate Easterbrook era stato licenziato a causa della sua storia d’amore con una dipendente, cosa vietatissima nell’azienda. Tuttavia dopo la sua partenza da casa McDonald’s domenica scorsa, ecco che ha dovuto lasciare anche altri posti di lavoro.

Come in una sorta di reazione a catena, ecco che martedì è stato costretto ad abbandonare anche il consiglio di amministrazione di Catalyst, società no profit a sostegno delle donne sul posto di lavoro. Secondo Lorraine Hariton, CEO di Catalyst, Steve Easterbrook ha fatto la cosa giusta. La donna ha poi sottolineato come questa mossa rappresenti l’impegno costante dell’azienda per costruire luoghi di lavoro rispettosi, sicuri e inclusivi. Infatti garantire un posto di lavoro in cui tutti possano prosperare richiede un impegno costante e a lungo termine, soprattutto da parte di coloro che sono alla guida, in particolare i CEO.

Ma non è tutto, lunedì scorso Easterbrook si era anche dimesso dal consiglio di amministrazione di Walmart. Secondo un portavoce, la decisione non è stata dovuta a nessun disaccordo con la società, ma non sono stati forniti ulteriori dettaglia. Tuttavia si sa che, almeno per ora, Easterbrook rimarrà almeno al suo posto almeno nel Center for Corporate Reputation presso l’Università di Oxford. Di certo non è stato lasciato in mezzo alla strada: il suo TFR ammonta a 675.000 dollari.

[Crediti | Insider]

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento