di Manuela 26 Marzo 2020
McDonald's

Negli USA McDonald’s ha deciso di tagliare il suo menu e ha detto stop alle colazioni servite tutto il giorno. La decisione è stata presa nell’ottica di semplificare la vita ai dipendenti che stanno continuando a lavorare durante l’epidemia da Coronavirus.

Ieri il colosso del fast food ha diramato un avviso interno nel quale ha annunciato il lancio di un menu ridotto negli Stati Uniti. Da adesso i clienti non saranno più in grado di ordinare la colazione tutto il giorno o prodotti come insalate e sandwich di pollo alla griglia. McDonald’s ha specificato che la scelta non è stata motivata da problemi di approvvigionamento: al momento le forniture non sono un problema.

Il menu semplificato serve per facilitare la vita ai dipendenti. Nel menu rimarranno le voci più vendute, anche se alcune saranno disponibili solamente in determinati momenti della giornata:

  • mattino: McMuffin, McChicken Bisciut e McGriddle
  • durante la giornata: Big Mac, hamburger, patatine fritte e Filet-O-Fit

Bill Garrett, vice presidente senior di McDonald’s, ha spiegato che il tutto è stato fatto per semplificare le operazioni in cucina. Nel corso delle prossime settimane verranno rimossi determinati elementi dal menu per permettere ai dipendenti di concentrarsi sulla preparazione delle voci più popolari.

Inoltre, per venire incontro alle giuste preoccupazioni dei dipendenti, McDonald’s ha chiesto a tutti di implementare i servizi Contacless in modo da ridurre i contatti con le persone. Inoltre le aree di servizio al tavolo sono chiuse, mentre sono state incrementate le pratiche di pulizia e sanificazione degli ambienti.

[Crediti | BusinessInsider]