di Manuela 3 Maggio 2019
Dieta vegana e bambini

Fonti interne alla casa reale inglese, non ben specificate, ma riportate da BravoTV, insistono sul fatto che Meghan Markle abbia deciso di optare per una dieta vegana per il Royal Baby (quando si deciderà a nascere, ovviamente). Inutile dire che questa scelta ha già suscitato un vespaio a Buckingham Palace, sempre che venga confermata. Meghan Markle e il principe Harry, infatti, avrebbero comunicato a nonna Betty la loro decisione. Ma la regina Elisabetta II non avrebbe preso molto bene la notizia. Anzi, per la regina Elisabetta la dieta vegana per il nascituro Royal Baby sarebbe inaccettabile.

A dire il vero, neanche il principe Harry sembrerebbe essere entusiasta della cosa: il secondogenito di Carlo non ha nessuna intenzione di far arrabbiare la nonna. La speranza di Harry è che, una volta nato il bambino, Meghan abbia altro a cui pensare e lasci perdere l’idea.

Il problema, oltre alla disapprovazione della regale nonna, sta anche nel fatto che la dieta vegana, secondo gli esperti, non è proprio quella più indicata per un neonato (o un bambino) in crescita. Non abbiamo dubbi sul fatto che Meghan Markle si farà seguire da mille esperti del settore, se mai proseguirà per la sua rotta. Tuttavia la dieta vegana, infatti, se frutto del fai da te o non correttamente bilanciata, rischia di creare gravi carenze ai neonati, a partire da vitamina B12 e calcio.

Molti nutrizionisti, infatti, se possono arrivare ad accettare l’idea di una dieta vegetarina, sconsigliano quella vegana per i bambini in crescita. Rischi di carenza di vitamina B12, calcio, zinco e proteine ricche di aminoacidi essenziali (quelli che dobbiamo per forza introdurre con la dieta perché il nostro organismo non è in grado di produrli), possono condurre a deficit gravi, con danni al sistema scheletrico e neurologico anche irreversibili.

Sempre secondo gli esperti, un neonato dovrebbe consumare il latte materno o un suo sostituto artificale fino all’anno di vita. In generale, le mamme vegane inizieranno lo svezzamento fra le 17 e le 26 settimane, evitando però noci o frutta secca. Nella dieta andranno introdotti gradualmente tofu, frutta, cereali con poche fibre e burro di noci.

Staremo a vedere, una volta nato, cosa deciderà Meghan Markle per il suo bambino.

[Crediti | BravoTV]

commenti (1)

Accedi / Registrati e lascia un commento