Meghan Markle e la sua versione (triste) degli spaghetti con sugo di zucchine alla bolognese

Meghan Markle ci fa sapere che il suo piatto preferito è una triste versione degli spaghetti con sugo di zucchine alla bolognese. Che con la ricetta italiana poco hanno a che fare.

Meghan Markle

Da quando Meghan Markle si è sposata ed è entrata a far parte della famiglia reale inglese (anche se poi ne è uscita subito dopo insieme a Harry rinunciando a titolo, appannaggio reale e tutte cose), ha cambiato la sua dieta: se ai tempi di Hollywood e della sua carriera di attrice mangiava felicemente e sregolatamente cheeseburger e patatine fritte, adesso la duchessa del Sussex ha deciso di optare per una dieta sana e casalinga. E ha ammesso che il suo piatto preferito sono gli spaghetti con sugo di zucchine alla bolognese. Solo che la sua versione della ricetta è alquanto triste e ben distante dalla ricetta originale.

Durante un’intervista rilasciata alla rivista culinaria Delish, Meghan Markle ha spiegato di essere diventata una buona forchetta dopo il matrimonio e di preferire la cucina casalinga. Ha anche ricordato che per festeggiare il suo fidanzamento col principe Harry, aveva preparato il pollo arrosto di Ina Garten (a lei sarà andata meglio la preparazione rispetto a Jennifer Garner? L’attrice ha quasi dato fuoco alla cucina preparando proprio una ricetta di Ina Garten). Tuttavia il piatto preferito dalla duchessa ribelle è un altro: sono gli spaghetti con sugo di zucchine alla bolognese.

zucchine

Il problema, però, è che, nonostante il nome, il primo con verdure che Meghan è solita preparare (me la ci vedo ai fornelli, sì sì, proprio lei di persona personalmente) è una versione alquanto tristanzuola della ricetta originale. Tecnicamente questo piatto della cucina povera emiliana prevederebbe di preparare delle zucchine ripiene di carne trita mescolata con Parmigiano Reggiano, olio, sale e pepe, ricoprendo poi il tutto di passata di pomodoro aromatizzata con aglio, gratinando il tutto in forno, secondo quanto recita la ricetta presente sul sito di Genus Bononiae, l’ente che gestisce il Museo della Storia di Bologna.

Però la duchessa ha deciso di preparare il piatto a modo suo. Anticipando gioiosa che nel piatto non ci sono tonnellate di burro e olio, ma solo zucchine, acqua e brodo, ecco che Meghan (sempre lei con le sue manine, certo) mette a cuocere in pentola zucchine, olio, brodo e uno spicchio di cipolla tritata per circa quattro ore. Poi prende questo condimento e lo butta sugli spaghetti. Ma dov’è finito il ripieno di carne trita, dov’è il Parmigiano Reggiano, dove si nasconde la passata di pomodoro? E che fine ha fatto la gratinatura? Meghan, ok alle versioni rivisitate e personalizzate, ma te stai facendo proprio tutta un’altra ricetta!