di Manuela 3 Settembre 2020
mozzarella

Maxi sequestro a Napoli: la Guardia di Finanza ha requisito una tonnellata di mozzarella con etichette false e priva di tracciabilità, sprovvista dei necessari certificati e autorizzazioni alla produzione e al commercio.

Il sequestro è avvenuto nella zona fra San giovanni a Teduccio in ona Vigliena e Ponticelli: qui la Guardia di Finanza di Napoli ha scoperto due attività commerciali illegali e clandestine dove venivano stoccati e venduti mozzarella e prodotti lattiero-caseari.

In particolare, è stata sequestrata una tonnellata di mozzarella che era destinata a finire in bar, ristoranti e alberghi sprovvista di autorizzazioni sanitarie e amministrative. Come se non bastasse, in loco sono state anche trovate centinaia di etichette false che indicavano dati fasulli:

  • provenienza delle materie prime
  • caratteristiche organolettiche
  • data e luogo di produzione

Inoltre è stato sequestrato anche il locale dove la mozzarella veniva immagazzinata e dove tali prodotti illegali venivano venduti, pure di notte. La Guardia di Finanza ha controllato due aziende. La prima non dichiarava nulla al fisco, mentre per quanto riguarda la seconda si trattava di un caseificio dove la maggior parte dei prodotti non aveva l’obbligatoria documentazione igienico-sanitaria che ne garantisse qualità, salubrità e provenienza.

Infine gli agenti hanno anche comminato delle multe a causa della presenza di tre lavoratori in nero. Sempre a Napoli, poi, qualche settimana fa in un agriturismo erano stati sequestrati 130 kg di alimenti privi di tracciabilità.