di Manuela 26 Febbraio 2021
protesta

Le proteste del settore della ristorazione non si placano. Questa volta andiamo a Napoli: qui un sit-in organizzato dai ristoratori ha letteralmente bloccato il traffico sul lungomare napoletano.

Il traffico è andato in tilt: la manifestazione organizzata dal comparto dei ristoranti e dei bar ha causato seri disguidi alla viabilità. Più precisamente gli aderenti alla protesta hanno creato un blocco stradale in via Nazario Sauro per protestare contra l’ultima decisione di chiudere nuovamente le attività (da domenica scorsa, infatti, la Campania è tornata in zona arancione: questo vuol dire che ristoranti, pizzerie, bar e pub dovranno stare chiusi anche a pranzo, ma con asporto e consegne a domicilio sempre consentite).

I manifestanti non si sono limitati a bloccare le strade: hanno anche urlato la loro rabbia e delusione, chiedendo a gran voce di poter riaprire i tavoli di ristoranti e bar. Inoltre hanno anche denunciato il fatto che le loro richieste e necessità non vengono ascoltate da Regione e Prefettura.

Il blocco al traffico è stato poi rimosso, per cui ora la viabilità del lungomare dovrebbe essere stata ristabilita.

La stessa cosa era accaduta a Genova: anche qui il traffico era stato mandato in tilt da una protesta in piazza dei ristoratori. Questi chiedevano la riapertura dei locali a pranzo e denunciavamo il mancato arrivo dei promessi aiuti economici.

1