di Manuela 5 Ottobre 2020
new york

Se Parigi diventa zona di allerta scarlatta (con bar chiusi e ristoranti che potranno stare aperti solo se garantiscono il rispetto dei protocolli sanitari), non meglio va a New York dove, da mercoledì, saranno chiusi i ristoranti con servizio al tavolo in 9 quartieri. Si tratta di un mini lockdown che interesserà solamente una parte della città e che si è reso necessario a causa dell’aumento di contagi registrato nella Grande Mela.

E’ stato il sindaco Bill De Blasio ad annunciare quali saranno i nove quartieri che verranno chiusi:

  • Edgemere
  • Borough Park
  • Gravesend
  • Midwood
  • Bensonhurst/Mapleton
  • Flatlands
  • Gerritsen
  • Beach
  • Kew Gardens
  • Pomonok

Tutti questi quartieri si trovano fra Brooklyn e il Queens. In pratica qui non solo verranno chiuse scuole e attività non essenziali, ma verranno tirate giù le serrande anche di quei ristoranti che fanno servizio al tavolo, anche se sarà consentito loro procedere con l’asporto.

La scelta di chiudere questi quartieri è stata motivata dal fatto che qui il tasso di positività al Coronavirus supera il 3%. Si tratta di cifre importanti, tali che non si vedevano da primavera: negli ultimi 4 giorni i contagi sono stati più di 1.100.

Ma non è finita qui: se i contagi dovessero aumentare, nel corso delle prossime settimane potrebbero subire un destino analogo anche altri quartieri come Williamsburg.