di Manuela 23 Dicembre 2019
panettone

Il panettone vince la sfida contro il pandoro: a sostenerlo è l’indagine “Il Natale nel piatto” realizzata da Coldiretti. Ma c’è di più: pare che quest’anno vadano fortissimi i dolci fatti in casa. L’eterna diatriba fra team Panettone e team Pandoro è assai attiva anche quest’anno. I fautori del panettone possono gioire perché il loro beniamino è in testa, ma devono farlo con moderazione: lo scarto fra panettone e pandoro è minimo. E, anzi, dovrebbero temere l’avvento di un temibile rivale: il dolce natalizio fatto in casa.

Secondo l’indagine “Il Natale nel piatto” stilata da Coldiretti e Ixè, sulle tavole di Natale degli italiani il panettone è un’inevitabile costante con il suo 79% di presenza. Tuttavia il pandoro gli sta alle calcagna e non molla, essendo presente sul 72% delle tavole. Ma ecco che spunta fuori l’outsider imprevisto: circa la metà delle famiglie italiane, il 48%, ha deciso di preparare in casa i dolci della tradizione, usando le ricette classiche.

Coldiretti parla di numerose specialità dolciarie natalizie della tradizione italiana, facendo diversi esempi:

  • Abruzzo: Parrozzo
  • Basilicata: calzoncelli di pasta fritta con ripieno di mandorle e zucchero o castagne e cioccolato
  • Calabria: pitta ìmpigliata a forma di rosellina
  • Campania: roccocò e susamielli
  • Emilia-Romagna: spongata ripiena di miele, noci, pinoli, uva passa e cedro
  • Friuli: gubana, pasta dolce lievitata con ripieno di noci, uvetta, pinoli, zucchero, grappa, scorza di limone e dalla forma a chiocciola
  • Lazio: Pangiallo
  • Liguria: pandolce con impasto di farina, uvetta, pinoli, pistacchi, zucca candita, essenza di fiori d’arancio, semi di finocchio, latte e marsala
  • Lombardia: Panun de Natal, con grano saraceno e frutta secca
  • Marche: Frustingo
  • Molise: Cippillati di Trivento
  • Piemonte: Crumbot
  • Puglia: cartellate baresi, cioè nastri di sfoglia di pasta a formare una rosa e impregnati di vincotto o miele, ricoperti di cannella, zucchero a velo o mandorle)
  • Sardegna: Pabassinas
  • Sicilia: buccellati di Enna, ripieni di ficchi secchi
  • Toscana: Panforte
  • Trentino: Zelten
  • Umbria: Pampepato
  • Valle d’Aosta: Flantze
  • Veneto: Pinza

Coldiretti poi cita anche l’arrivo sulle tavole italiane dei primi agripanettoni 100% italiani: ci sono quelli fatti in Lombardia partendo da grano anico o di mais e quello fatto con grano 100% italiano. E voi cosa metterete sulla tavola? Panettone (anche artigianale), pandoro o dolce fatto in casa? Perché non uno per tipo per accontentare tutti?