Pasta Zara vince su Zara abbigliamento: è suo il marchio nella ristorazione

Pasta Zara vince la battaglia legale contro Zara abbigliamento: quest'ultimo non potrà usare il marchio Zara nei suoi ristoranti.

Pasta Zara

È finita con la vittoria di Pasta Zara la battaglia legale contro Zara abbigliamento: quest’ultimo non potrà usare il marchio Zara nei suoi servizi di ristorazione.

Bugnion, società nota in Italia e in Europa per le consulenze in questioni di Proprietà Industriale e Intellettuale, ha fatto sapere che Inditex, il gruppo iberico a cui appartiene il famoso brand di abbigliamento Zara, non potrà usare il marchio “Zara” nei suoi ristoranti e servizi di ristorazione.

Bugnion Legal si è occupata della difesa di Ffauf Italia, la società di Treviso attiva nel settore della ristorazione e nota per il marchio Pasta Zara (acquisito di recente da Pasta Barilla) della famiglia Bragagnolo. La battaglia legale è andata per le lunghe, ma alla fine Pasta Zara è riuscita a tutelare il proprio marchio, registrato in Italia per prodotti alimentari sin dal 1969 e successivamente anche in altri paesi dell’Unione Europea.

zara

Da più di dieci anni Pasta Zara e Zara abbigliamento, tramite Ffauf e Inditex, stavano litigando per la questione dell’utilizzo del marchio Zara nei servizi di ristorazione di Inditex: ovviamente Ffauf era contraria al fatto che Inditex potesse utilizzare il marchio Zara nei suoi servizi di ristorazione. L’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (Euipo) aveva dato ragione a Ffauf e Pasta Zara, ma era poi stata presentata opposizione al Tribunale dell’Unione Europea.

Tuttavia anche il Tribunale ha deciso di confermare la decisione dell’Euipo, rigettando così la richiesta di Inditex di poter estendere il proprio marchio anche ai suoi servizi di ristorazione e caffetterie.

Il motivo per cui è stata data ragione al pastificio di Riese Pio X, in provincia di Treviso, è presto detto: il marchio “Zara” non potrà essere usato da Inditex nel suo comparto alimentare per evitare di sovrapporsi e danneggiare la denominazione dell’azienda italiana.

Secondo quanto rivelato dal team legale di Bugnion, nonostante la “tenacia e il livore” della controparte avversaria, ecco che sono riusciti a dimostrare chiaramente che il marchio Pasta Zara è di molto precedente alla richiesta di Inditex. Il marchio Pasta Zara è nato grazie al lavoro del nonno della famiglia Bragagnolo. Il primo pastificio, infatti, era stato fondato a fine Ottocento a Castellafranco Veneto: all’epoca era un piccolo laboratorio artigianale.

Successivamente, nel 1932, era stato aperto il nuovo stabilimento a Zara, attualmente in Croazia. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, l’uomo era stato costretto a rimpatriare in Italia a causa del regime di Tito. Si arriva così al 1965 quando il figlio, ora a capo dell’azienda, aveva deciso di chiamare il brand Pasta Zara: il marchio sarebbe poi stato registrato nel 1969, quindi molto prima rispetto alle rivendicazioni di Inditex e Zara abbigliamento.