di Marco Locatelli 30 Ottobre 2020

La pandemia da Coronavirus continua a mordere in tutto il mondo. Così i governi devono adeguarsi con decreti e misure sempre più restrittive che, nella maggior parte dei casi, colpiscono in misura maggiore attività come ristoranti, bar e pasticcerie. Stesso spartito anche in Italia, dove diverse attività si sono arrese. Tra queste anche la nota pasticceria Sal De Riso a Minori, piccolo Comune sulla Costiera Amalfitana, vincitrice – tra l’altro – della nostra classifica dei 30 migliori panettoni artigianali del 2019. Sarà chiusa “fino a data da destinarsi”, scrive su Facebook.

“Abbiamo scrupolosamente adeguato la nostra Pasticceria di Minori a tutte le misure anti-Covid che il personale ha fatto rispettare con rigore esemplare. Mascherine, disinfettazione costante degli ambienti, sanificazione dei tavoli e delle sedute, gel disinfettante, misurazione della temperatura e tracciamento dei contatti, distanziamento e percorsi differenziati, menù su QRcode e accesso contingentato con conseguente divieto di consumare al banco per evitare il formarsi di assembramenti.
Norme che sono state rispettate alla lettera a salvaguardia della salute di tutti”, si legge in un post sulla pagina Facebook ufficiale.

“Abbiamo provato anche ad adeguarci alle ulteriori restrizioni imposte dall’ultimo DPCM – continua il lungo post -: il crepuscolo era all’orizzonte ma il nostro animo ottimistico si rifiutava di accettarlo.

È un periodo difficile per la Costiera Amalfitana e per l’Italia. Per noi imprenditori della ristorazione questa che ci apprestiamo a combattere è una battaglia impari contro una macchina burocratica che impone ma non ascolta, che ordina ma non dialoga.

A malincuore annunciamo che da domani la nostra Pasticceria di Minori resterà chiusa fino a data da destinarsi. Siamo una grande squadra e, sebbene provati da un anno davvero difficile, abbiamo spalle forti e radici ben solide. Ci rialzeremo anche questa volta e, appena la luce dell’alba illuminerà di nuovo l’orizzonte, ritorneremo ad aprire le nostre porte con lo stesso entusiasmo e la stessa passione che da sempre è il cuore pulsante del nostro viaggio insieme. Anna, Sal e tutto lo staff”.

Con 30 dipendenti (di più durante l’estate, ci fanno sapere dall’ufficio stampa di Sal De Riso) e orari non stop, potete immaginare quali costi debba affrontare un polo gastronomico come quello di Minori: impossibile reggere la chiusura imposta alle 18. Quindi la pasticceria riaprirà non appena ci saranno le condizioni per farlo.