di Manuela 24 Aprile 2020
pepsi

Anche PepsiCo ha deciso di aiutare l’Italia a combattere l’epidemia da Coronavirus: l’azienda ha donato 700mila dollari a Croce Rossa Italiana e Save the Children. Si tratta di una scelta perfettamente in linea con la filosofia dell’azienda che offre da sempre un sostegno alle comunità distribuendo beni essenziali, pasti completi e fornendo sostegno educativo e psicologico.

A inizio emergenza PepsiCo, che da poco ha acquisito Rockstar Energy, aveva donato a Croce Rossa Italiana 200mila dollari per permettere l’acquisto di dispositivi di protezione individuale da destinare agli operatori sanitari impegnati in prima linea nella lotta contro Covid-19. Inoltre parte dei soldi erano stati destinati al progetto Il Tempo della Gentilezza della CRI.

Visto che l’emergenza Coronavirus ha poi provocato la perdita dell’unica fonte di reddito per parecchie famiglie e che la chiusura delle scuole ha provocato problemi nel sistema educativo ecco che PepsiCo ha deciso di unirsi a Save the Children in Italia per destinare altri 500mila euro al progetto Non da soli. Si tratta di un programma volto a garantire la distribuzione di beni alimentari alle famiglie in difficoltà e che fornisce supporto educativo e psicologico agli studenti nelle zone più colpite.

Grazie a questa ulteriore donazione di PepsiCo, più di 200 bambini potranno ricevere un tablet da utilizzare per la didattica a distanza.