Perché i supermercati si ostinano a vendere frutta e verdura nella plastica?

I supermercati vendono frutta e verdura nella plastica. Ma eliminare gli imballaggi quando sono inutili fa bene all'ambiente

C’è cascata perfino Whole Foods, la catena americana di supermarket acquistata da Amazon dove tutto è rigorosamente bio, oltre che molto costoso.

Arance sbucciate, confezionate in una vaschetta di plastica da pasto ospedaliero e messe in vendita nel banco frigo.

[Voi comprate la frutta già sbucciata e confezionata?]

[Supermercati: come stanno cambiando]

[Quali supermercati italiani vendono di più?]

Una filiera improbabile e innaturale all’ordine del giorno nei nostri supermercati: si raccolgono le arance, le si priva della buccia, rimpiazzata da un involucro dannoso per l’ambiente.

Già, perché questa ossessione di impacchettare tutto, ci riempie il carrello della spesa di plastica che il più delle volte finisce in mare.

Foodstuffs, la principale catena di supermercati della Nuova Zelanda, si è dimostrata sensibile al problema di eliminare le confezioni quando sono inutili. Dal reparto ortofrutta dei suoi punti vendita sono stati eliminati i vassoi di plastica, frutta e verdura vengono vendute così come sono, ovvero “nude”.

L’effetto sulla riduzione degli imballaggi si farà sentire, visto che la campagna –chiamata “Food in the nude”– è stata estesa a tutti i supermercati Foodstuffs, catena che controlla il 53% della grande distribuzione in Nuova Zelanda.

Peraltro con una ricaduta economica positiva: l’iniziativa è stata accolta dai clienti con quel tipo di entusiasmo che porta a sensibili aumenti del fatturato.

Una buona idea che ci auguriamo contagi presto anche le principali catene di supermercati in Italia.

[Crediti | Stuff]

Avatar Anna Silveri

4 Febbraio 2019

commenti (6)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Mario ha detto:

    Ci penserei tre volte prima di gettare l’imballaggio di plastica, spesso saporito almeno quanto gli alimenti che contiene.

    1. Avatar Giuseppe ha detto:

      erano aaanniii che un commento non mi faceva ridere cosi` di gusto, grazie Mario

  2. Avatar Orval87 ha detto:

    Ma cosa c’entra con l’Italia? Potrei sbagliarmi, ma non ho mai visto arance sbucciate e impacchettate qui.

  3. Avatar ROSGALUS ha detto:

    Temo che si faccia fatica qui da noi ad accogliere questi suggerimenti sacrosanti.

  4. Avatar Enrica Carbotta ha detto:

    Assurdo che, a dispetto della normativa che vieta l’utilizzo dei sacchetti di plastica, l’utilizzo di contenitori in materiali plastici continui ad imperversare sempre di più. Soprattutto nel comparto del cibo biologico e vegano, dove consente di mascherare prezzi talvolta eccessivamente alti con un packaging pressoché “monoporzione”! Alla faccia della sostenibilità, l’offerta di questo settore è un tripudio di precotti debitamente imbalsamati nella plastica e di prodotti ortofrutticoli tutt’altro che stagionali.