Perugia, Mercato Coperto: proteste per la ricomparsa dei fasci littori dopo il restauro

A Perugia è montata la protesta dopo la ricomparsa post restauro delle decorazioni a forma di fasci littori nel Mercato Coperto.

perugia

A Perugia è scoppiata la protesta a causa della ricomparsa dei fasci littori dopo il restauro del Mercato Coperto. Proprio ieri 300 perugini hanno partecipato a un presidio in piazza IV novembre: diverse associazioni, sindacati e partiti avevano organizzato una protesta per chiedere che le decorazioni a forma di fasci littori venissero tolte o coperte.

Questo il fatto: il Mercato Coperto di Perugia ha subito un restauro. A seguito di questo, ecco che sono state riportate alla luce alcune decorazioni a forma di fasci littori. Il tutto aveva creato non pochi problemi, con tanto di interrogazione parlamentare da parte di Fratoianni (attaccato poi sui social da Vittorio Sgarbi che lo aveva definito un “talebano”).

protesta

Lo stesso Comune, parlando proprio del riemergere nel Mercato Coperto dei fasci littori del 1932, aveva dichiarato di star cercando una soluzione che andasse bene a tutti. Il tutto cercando di mediare fra due posizioni opposte: da una parte c’è chi ritiene che quei simboli non andrebbero rimossi in quanto si tratta di fatti storici, seppur dolorosi. Dall’altra c’è chi teme che il luogo possa suscitare suggestioni anacronistiche.

Ed ecco che adesso si è arrivati alle proteste vere e proprie. Al suono di slogan come “Il fascio non ce lo lascio!”, ecco che anche Cgil Umbria ha chiesto di togliere i fasci littori dal Mercato Coperto di Perugia, in modo da rispettare la volontà dei perugini che nel 1944, quando l’Italia fu liberata, coprirono intenzionalmente questo simbolo fascista.

Potrebbe interessarti anche