di Manuela 22 Giugno 2020
polizia

A Pigneto (Roma) sono stati chiusi 2 locali per assembramenti e violazioni delle norme anti Coronavirus. Ma non solo: un terzo locale è stato multato per aver venduto alcolici al di fuori degli orari consentiti dalle ordinanze anti diffusione Covid-19.

Durante i controlli anti movida, in via del Pigneto la Polizia ha scovato un locale dove vi erano assembramenti di clienti sia fuori che dentro, con avventori che non rispettavano la distanza minima interpersonale di almeno un metro. Inoltre dentro il locale le forze dell’ordine hanno notato diverse violazioni alle linee guida dei protocolli anti diffusione Sars-Cov-2.

Per tutti questi motivi, il titolare del locale è stato prima multato con una sanzione di 12mila euro (oltre alla violazione delle norme anti Coronavirus, infatti, sono accertate violazione alla disciplina del commercio e la presenza di lavoratori in nero). Poi è stato chiuso per 5 giorni

Rimanendo sempre in via del Pigneto, un altro locale ha subito una sorte analoga: la Polizia, avendo acclarato la presenza di violazioni delle linee guida dei protocolli suddetti, ha comminato una multa di 10mila euro (fra contestazioni amministrative e somministrazione di bevande alcoliche oltre gli orari previsti) e ha chiuso l’attività per 5 giorni.

Spostandoci in via Ascoli Piceno, anche qui un esercizi commerciale ha beccato una multa di 630 euro e la chiusura dell’attività per 5 giorni perché vendeva alcolici oltre le ore 22 e perché non aveva chiuso come previsto dall’ordinanza alle ore 24.

Ma non solo il Pigneto, anche Trastevere si è visto chiudere ben tre locali per mancato rispetto delle norme anti Covid-19.