di Marco Locatelli 3 Maggio 2021
PizzAut

La data di inaugurazione originaria era il giorno 2 aprile 2020 (giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo), poi arrivò la pandemia a causare continui rinvii al taglio del nastro. A più di un anno di distanza, però, finalmente il sogno dei ragazzi di PizzAut diventa realtà con l’inaugurazione, il primo maggio a Cassina de’ Pecchi (hinterland milanese), della prima pizzeria italiana gestita da persone autistiche.

Per l’occasione presente anche la presidente del Senato Maria Elisabetti Alberti Casellati. La nuova data scelta non è assolutamente casuale: il primo maggio, festa dei lavoratori, e giorno in cui PizzAut dà appunto lavoro a ragazzi autistici, valorizzandone le capacità professionali e non.

“Oggi diventeranno ufficialmente un esempio vero e concreto della nostra Costituzione, la più bella del mondo, che ‘riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto’ – sottolinea Nico Acampora, presidente e fondatore di PizzAut e padre di Leo, un bambino autistico – Abbiamo dimostrato che tutto questo si può fare e non solo sognare. Mi sembra il modo più bello per festeggiare il 1° maggio. Mi viene da piangere di gioia”.

“È altamente simbolico che questa inaugurazione avvenga nel giorno del Primo Maggio, il lavoro dà dignità, significa inclusione sociale, significa eliminare le differenze, avere la possibilità di relazionarsi con gli altri e di essere inseriti nella società, specialmente in un momento così difficile e doloroso per il nostro Paese”, spiega Casellati.

PizzAut, nonostante non avesse ancora inaugurato ufficialmente la pizzeria, non è restata con le mani in mano durante questi mesi e si è inventata un food truck con il quale ha potuto lavorare in versione “mobile”.

Lo scorso agosto, ha fatto molto parlare di sé la pizza Dpcm servita nientepopodimeno che all’allora premier Conte. Solo il mese scorso PizzAut ha inaugurato un secondo food truck in occasione della Giornata mondiale dell’Autismo protestando contro i ritardi della campagna vaccinale in Italia, in particolare nei confronti delle persone autistiche.

Fonte: Repubblica.it – Foto: Valentina Santoro