di Valentina Dirindin 2 Agosto 2020
Birra artigianale, pub

Uno scambio all’apparenza semplice, ma mica cosi tanto: chiudere i pub per riaprire le scuole. È quanto proposto in Gran Bretagna dal dottor Graham Medley, uno dei medici ed esperti che compongono il team che consiglia il governo di Londra sulla pandemia di Coronavirus.

Secondo il suo parere, infatti, i locali e i pub inglesi, che hanno da poco riaperto (non senza polemiche sugli assembramenti causati dagli avventori, in particolare nei weekend) potrebbero chiudere, favorendo così la riapertura delle scuole entro il mese prossimo. Graham Medley propone un vero e proprio “scambio”: i bisogni degli adulti sacrificati a favore di quelli dei bambini.

La proposta è piaciuta a molti media, che l’hanno riportata spingendola, e la soluzione potrebbe essere ovvia: meno birra, più istruzione. Ma la birra, si sa, è parte dell’economia, una parte significativa in Gran Bretagna come nel resto del mondo. Non è così semplice quindi pensare di richiudere tutti i locali, con una ripercussione notevole sull’economia nazionale, seppure a favore del sistema scolastico. Intanto, dopo i pub a Londra riaprono anche sale giochi, bowling e altre attività al chiuso, anche di massa e tornano le preoccupazioni per gli assembramenti e la possibile diffusione del virus, anche dopo le foto che mostrano le spiagge inglesi prese d’assalto dai bagnanti.

[Fonte: Ansa]