di Manuela 23 Ottobre 2020
polizia

A Ravenna la Polizia ha chiuso il ristorante Teranga a causa di un matrimonio con 61 invitati. Come tutti ormai dovrebbero sapere, a causa dei recenti Dpcm in materia di restrizioni anti Coronavirus, il limite massimo di invitati in tali circostanze è di 30.

Tutto è accaduto domenica sera nel bar-ristorante etnico Teranga. La Polizia ha evidenziato che nel locale era stata organizzata una festa di matrimonio con 61 invitati, troppi secondo i nuovi decreti del Governo (anche se mai tanti come i 120 invitati al matrimonio di Napoli, fatto che ha portato alla chiusura del ristorante in cui si stava svolgendo la festa!). Per questo motivo si è proceduto non solo con la prevista sanzione economica di 1.200 euro, ma anche con la chiusura del ristorante.

Il locale, a dire il vero, era già stato multato in passato, anche se non per violazioni delle norme anti Covid-19. A causa di ciò, in teoria, attualmente il locale non ha le autorizzazioni sanitarie per poter essere usato come ristorante, ma può rimanere aperto solamente come bar. Tuttavia domenica stava funzionando anche come ristorante, motivo per cui la sanzione è stata parecchio salata.

Quando la Polizia è arrivata sul posto, tutti gli invitati sono scappati: il numero dei commensali è stato stabilito contando i coperti.

Rimanendo sempre a Ravenna, è stato multato e chiuso anche il night club Twins night che si trova a Marina Romea. Qui sono stati contestate diverse infrazioni:

  • assenza dell’uso della mascherina fra il personale
  • assenza di postazioni con gel igienizzante
  • presenza di cinque lavoratori in nero
  • mancata esposizione della licenza
1