di Marco Locatelli 27 Aprile 2020
formaggi bergamaschi

Come parte del suo piano straordinario per la difesa dei prodotti gastronomici lombardi, Regione Lombardia acquisterà vini e formaggi locali per un valore di 6 milioni di euro.

Ad annunciarlo la stessa regione tramite una nota, dove si legge che “Regione è pronta ad acquistare formaggi locali anche per destinarli alle famiglie in difficoltà. Discorso simile per i vini, anche di pregio, che beneficeranno di aiuti economici per essere commercializzati a prezzi promozionali”.

Un’azione che permetterà a Regione Lombardia di dare ossigeno – e liquidità – alle aziende agricole e vitivinicole della regione con l’acquisto dei loro prodotti e, al tempo stesso, aiutare le famiglie in difficoltà portando sulle loro tavole cibo di qualità.

“Il piano straordinario di difesa dei prodotti lombardi – prosegue la Nota – è frutto del lavoro dell’assessore all’Agricoltura, Fabio Rolfi: in prospettiva, l’obiettivo è favorire e incentivare il consumo di prodotti lombardi e italiani. La Lombardia punta anche alla tutela del territorio: è allo studio un progetto per intervenire sulle strade agro-silvo-pastorali e a favore delle aziende agricole di montagna. Il tutto senza dimenticare ulteriori misure a favore di agroindustrie e agriturismi”.

Nel frattempo, la Lombardia ha deciso di autorizzare l’apertura dei mercati scoperti a partire dal 29 aprile, ma solo nel rispetto delle norme di sicurezza. E ci sarà la figura del covid manager, figura che avrà il compito di coordinare sul posto il personale addetto e i volontari della Protezione Civile in modo da assicurarsi che tutti, sia clienti che operatori mercatali, rispettino le misure previste nell’ordinanza.