di Valentina Dirindin 28 Settembre 2020
caffè macchiato Pixabay

20 centesimi di supplemento per un caffè macchiato: succede all’Antica Cafeteria di piazza Tre Martiri a Rimini, dove i gestori hanno preso questa impopolare decisione. Un euro per il caffè, un euro e venti per quello con l’aggiunta di latte.

Un’iniziativa che ovviamente non manca di suscitare polemiche tra clienti e residenti, ma che il gestore del locale, Loris Cerbara, difende con convinzione.

Troppo lavoro dietro a un caffè macchiato – dice – per non includere un sovrapprezzo, soprattutto di fronte alla diversità di richieste del cliente medio: macchiato freddo, caldo, con latte a parte, con la schiuma, senza. Cose che generalmente chi sta dietro a un bancone è in effetti abituato a sentire, e a mandar giù senza troppo entusiasmo. Così Loris ha deciso di porre fine a questa idea che il caffè vada pagato sempre e soltanto un euro.

Noi, che sosteniamo da anni che il costo del caffè dovrebbe essere proporzionato alla qualità dello stesso (come avviene per qualsiasi altro prodotto), non possiamo che essere d’accordo sul principio generale. Però la nostra idea era far pagare di più un buon caffè (magari non così tanto quanto succede in un bar di Londra), e non tanto suggerire di far pagare 20 centesimi un goccio di latte. Ma in fondo possiamo considerarlo un inizio.

[Fonte: Il Corriere di Romagna | Immagine: Pixabay]