di Manuela 5 Maggio 2020
ristorante

Nuovo annuncio da parte del Governo per quanto riguarda ristoranti e attività similari: 3 mesi di affitto rimborsato alle attività in crisi a causa del lockdown da emergenza Coronavirus. Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ha spiegato per sommi capi come sarà configurato il pacchetto di aiuti che il Governo ha in mente per rilanciare le imprese.

L’idea è quella di inserire in tale pacchetto un ristoro integrale che rimborsi il costo dell’affitto per tre mesi, valevole per tutte le imprese di qualsiasi tipo e dimensioni, a patto che abbiano subito un calo del fatturato.

Accanto a questo ci sarà anche l’eliminazione degli oneri fissi per le bollette che, tradotto, dovrebbe voler dire il quasi annullamento per coloro che sono rimasti fermi.

Si parla dunque di un credito di imposta del 100% per 3 mensilità per tutti gli affitti commerciali, per un valore pari a 1,7 miliardi di euro del prossimo decreto. Per le bollette, invece, saremmo di fronte a una misura da 600 milioni di euro.

Questi provvedimenti andranno a sommarsi ai sostegni diretti alle imprese, cioè al contributo diretto a fondo perduto e che verrà modulato in base alla perdita di fatturato.

Sempre parlando del settore della ristorazione, poi, c’è anche l’ipotesi di escludere dalla Tosap, cioè dalla tassa per l’occupazione di spazi e aree pubbliche, gli spazi maggiori che saranno necessari per rispettare il distanziamento sociale. E si parla anche di un credito di imposta specifico per le imprese che dovranno affrontare questo tipo di investimenti, quindi soprattutto bar, ristoranti e alberghi.

Scordiamoci invece il condono fiscale: Gualtieri lo ha escluso categoricamente.