di Valentina Dirindin 15 Maggio 2020
grattacielo regione torino

Il Piemonte riparte con bar e ristoranti, con un po’ di ritardo rispetto al resto d’Italia, probabilmente il 25 maggio. Così come era già stato per la riapertura del servizio di asporto, il governatore della Regione Alberto Cirio prende qualche giorno in più per monitorare la situazione, visto che in Piemonte i contagiati continuano a essere parecchi.

Così, mentre altre regioni (Emilia Romagna e Abruzzo su tutte) impongono le normative per la riapertura, c’è chi è ancora incerto perfino sulle date. Quel che si sa è che da lunedì 18 maggio, come da autorizzazioni nazionali, potranno partire anche i negozi chiusi fino a ora perché non appartenenti alle “filiere essenziali”. Ma è ancora molto incerta la riapertura di bar e ristoranti in quella data, ed è molto probabile che il via libera – qualsiasi siano le misure previste – slitti, probabilmente al 25 maggio, data segnalata dal Comitato tecnico scientifico della Regione, che ha sconsigliato la riapertura di ristoranti e bar prima di allora.

Quel che è certo è che attualmente nulla è certo. Incredibilmente, così come accade in molte altre parti d’Italia, lunedì potrebbero effettivamente rialzare le serrande molte attività. Eppure a oggi, venerdì 15 maggio, molte Regioni non hanno ancora avuto modo di spiegare con chiarezza a cittadini ed esercenti le modalità per la riapertura.

[Fonte: La Stampa]