di Valentina Dirindin 16 Maggio 2020
ristoratore protesta milano

Non solo Roma: anche a Milano i ristoratori si organizzano con un flash mob di protesta. Se nella Capitale stasera scenderanno in piazza i rappresentanti del Movimento imprese ospitalità di Roma, anche a Milano il settore si fa sentire.

Ovunque serpeggia infatti la poca soddisfazione per le nuove regole per la riapertura in tutta Italia a partire dal 18 maggio, ritenute insufficienti a rientrare del danno subito.

Così a Milano alcuni rappresentanti del mondo della ristorazione e dei locali si sono ritrovati in Piazza Duca d’Aosta, davanti la stazione centrale. Dal loro punto di vista, le regole imposte dal nuovo decreto sono troppo complesse e ricche di passaggi burocratici. Il settore, dicono, ha invece bisogno di semplificazione e di partire con forza immediatamente.

I ristoratori, con alcuni cartelli in mano, si sono posizionati a debita distanza di sicurezza l’uno dall’altro, e hanno protestato restando immobili e in silenzio.
Quella di Milano, come abbiamo già detto, è solo una delle tante manifestazioni di protesta organizzate nella giornata di oggi dal mondo della ristorazione, che pure dovrebbe poter ripartire da lunedì, seppur con l’applicazione di nuove attenzioni e nuove normative. Di certo un punto a favore dei ristoratori sembra essere la semplificazione delle attuali restrizioni previste per il settore: la distanza tra i tavoli di un metro, ad esempio, viene molto più incontro alle loro esigenze rispetto alla prima ipotesi di quattro metri di lontananza.

[Fonte: SkYTG 24]