Samsung e Neri Oddo: i consigli per fotografare i cibi al meglio

Samsung e Neri Oddo hanno fornito 5 consigli per fotografare i cibi al meglio. Ma manca il principale: mangia prima che si freddi o che il gelato si sciolga!

Samsung e Neri Oddo hanno fornito i loro consigli per fotografare i cibi al meglio. L’estate è la stagione ideale per gli amanti del food pic: frutta estiva, gelati colorati, insalate con gli ingredienti più disparati, grigliate chilometriche… C’è solo l’imbarazzo della scelta. Se ci si mette poi anche il Summer Fancy Food Show di New York a elencare i cibi più di tendenza del 2019 (fra di essi anche poke bowls hawaiani, semi di loto, quinoa e kale, snack con farina di ceci e pure le chips croccanti con la mela), allora il gioco è fatto: si rischia di passare più tempo a fotografare il cibo che a mangiarlo.

Ma come scattare delle foto decenti al cibo? Ci pensano Samsung e Neri Oddo a stilare un elenco dei migliori consigli per food pic perfetti:

  1. Sfruttare la luce solare e diretta. Questo vuol dire scattare foto all’aperto, scegliendo una luce suggestiva, magari dell’alba o del tramonto. La luce deve essere laterale ed è, ovviamente, vietato scattare in controluce. Nel caso di piatti molto ricchi ed elaborati, si può optare anche per la luce solare indiretta attraverso il filtro costituito da una finestra, la quale, però, deve essere sempre laterale rispetto al tavolo
  2. Le inquadrature devono essere creative e con un corretto rapporto fra il soggetto della foto e lo sfondo. Quindi non fotografate in primo piano un pantagruelico piatto di pasta, ma ponetelo con un giusto sfondo
  3. Usare la messa a fuoco selettiva per non perdere i dettagli del piatto
  4. Puntare soprattutto sui contrasti cromatici, cosa abbastanza facile nei piatti estivi. Il che vuol dire che se il vostro piatto è composto da una triste serie di tonalità di marroncino, una più deprimente dell’altra, può anche non essere fotografato. Ci sono tante altre cose più fotogeniche a cui scattare una foto: un cucchiaino, una zanzariera, la vibrissa del vostro gatto…
  5. Non dimenticarsi di usare il grandangolo per comprendere anche gli amici nella foto

A questi consigli di Samsung e Neri Oddo, vogliamo aggiungerne qualcuno noi, frutto di ore e ore passate a scorrere la timeline Facebook e Instagram, non capacitandosi del perché si senta il bisogno di fotografare ogni cosa che si sta mangiando e condividerla con gli altri:

  1. Siate veloci nel scattare le foto, evitate un servizio fotografico di 50 foto a portata a meno che non vi piaccia mangiare tutto freddo o non adoriate i gelati squagliati
  2. Evitate di fotografare ciò che state per mangiare con lo sfondo dei vostri piedi. Anzi, in generale, basta foto dei vostri piedi, vi assicuriamo che i feticisti dei piedi sono in numero ridotto
  3. Non fotografate e condividete ogni singola cosa che mangiate durante la giornata: se è una cosa particolare è un conto, ma vedere foto del vostro yogurt dietetico al mattino o dell’ennesimo shake marroncino che bevete non interessa a nessuno
Avatar Manuela

17 Luglio 2019

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento