Sardegna: arrestati 3 agricoltori, coltivavano marijuana nei loro campi

In Sardegna tre agricoltori sono stati arrestati perché nei loro campi coltivavano anche 5.300 piantine di marijuana.

marijuana

Andiamo in Sardegna perché qui tre agricoltori sono stati arrestati in quanto nei loro campi coltivavano anche 5.300 piantine di marijuana. Le piante sono state subito sequestrate.

Tutto è accaduto durante un’operazione antidroga condotta dai Carabinieri della Stazione di Villasor insieme ai colleghi del Nucleo operativo Radiomobile della Compagna di Sanluri e gli agenti della Forestale. Le forze dell’ordine nel pomeriggio del 29 settembre si sono recate in alcuni terreni presenti in località Beccia de Casteddu, nella zona di Villasor, nella zona meridionale della Sardegna.

marijuana pianta

Qui i militari hanno colto in flagrante tre agricoltori che si stavano prendendo cura di più di cinquemila piante di marijuana, coltivate in 115 filari nel loro fondo agricolo di due ettari e mezzo. La piantagione era ben organizzata, con tanto di irrigazione con sistema automatizzato e pannelli solari.

Così le forze dell’ordine hanno provveduto ad arrestare i tre agricoltori: un 39enne di Posada, un 37enne e un 34enne di Orgosolo, volti noti alle forze dell’ordine. Inoltre non solo hanno sequestrato tutta la marijuana, ma hanno proceduto al sequestro di tutta l’attrezzatura, fra cui i pannelli solari, gli irrigatori, le taniche, i fertilizzanti e gli attrezzi usati per la coltivazione della droga.

Questa storia ci riporta alla mente quella dell’ottantenne di Torino che nel 2020 era stato beccato mentre curava la piantagione di marijuana del figlio: l’anziano pensava che si trattasse di luppolo per la birra.

Potrebbe interessarti anche