di Manuela 21 Aprile 2020
negozio

Succede in provincia di Siena: un negozio in Val di Merse vendeva alimentari scaduti da mesi. Ovviamente il titolare è stato multato. Ci troviamo in Val di Merse, nella zona del Senese, durante un controllo effettuato dalla Guardia di Finanza di Siena.

Controllo, fra l’altro, non certo casuale: si era reso necessario a seguito di diverse segnalazioni pervenute al 117 da parte di cittadini. Così, seguendo quelle segnalazioni, la Guardia di Finanza si è recata nel negozio e qui ha scoperto che in vendita c’erano prodotti alimentari scaduti anche da parecchio tempo.

Fra i prodotti scaduti sono stati trovati biscotti, succhi di frutta, patatine, cioccolatini elatro ancora, tutti con data di consumazione che era stata “abbondantemente superata”. Un esempio? I succhi di frutta riportavano la data di scadenza di agosto 2019.

Come se non bastasse, poi, al negoziante è stata anche contestata l’assenza di esposizione dei prezzi della merce posta in vendita nel locale. Il risultato di questo controllo è stata una doppia multa per il commerciante: più di 3.000 euro per aver messo in vendita sugli scaffali prodotti che erano ormai oltre la data di scadenza e altri 1.000 euro per aver esposto in vendita i prodotti senza i necessari cartellini del prezzo.