di Lucia Bargione 18 Novembre 2015
leaf by snoop

Il rapper Snoop Dogg lancia la sua linea di prodotti alla cannabis “Leafs by Snoop”.

Dov’è la notizia, direte? Fumatore accanito da decenni e avveduto imprenditore, Snoop ha deciso di entrare in un mercato giovane e stupefacente promettente, visto il numero di stati americani che stanno legalizzando le cosiddette “herbal commodity”, cioè i prodotti derivati della marijuana.

Sorprende invece la scelta del packaging. Presenti le tisane rilassanti che vi offrono nelle Spa al termine di un trattamento? Ecco.

Per l’imballaggio il rapper si è rivolto allo studio di design Pentagram (tra i clienti: Philadelphia Museum of Art e i programmi tv Saturday Night Live e The Tonight Show With Jimmy Fallon), ne è uscita una linea di prodotti dall’estetica raffinata e minimalista.

prodotti alla marijuana, snoop dogg

prodotti alla marijuana, snoop dogg

Una collezione di estratti, bocconcini, tavolette di cioccolato, gomme da masticare e foglie simili a tè da esporre nella dispensa di casa o da inserire nei cesti di Natale.

Ogni scatola contiene un adesivo da collezione con slogan tipo: “la sbriciolo, la rollo, l’accendo” o  “fuma erba ogni giorno”.

Sul retro dell’adesivo ecco invece le istruzioni su come fumare (interessante, specie se il destinatario del regalo è vostra madre).

Altro che “robbosi” per strada qui il consumo è “luxury”, e sebbene le leggi sull’imballaggio della cannabis proibiscano di descrivere la marijuana come un dolce, Pentagram ha aggirato il problema definendo i derivati “Dogg treats” .

prodotti alla marijuana, snoop dogg

prodotti alla marijuana, snoop dogg

Emily Oberman, capo del progetto grafico per Pentagram ha scritto sul suo blog:

“Le leggi cambiano spesso e influenzano ciò che si può fare, è molto eccitante ma anche difficile tenere il passo. Leafs by Snoop non è la solita linea di prodotti lanciata da una celebrità. Snoop  ama sinceramente la marijuana, è entusiasta di condividere questa gioia con gli altri”.

Sul fatto che il rapper voglia renderci partecipi delle sue gioie preferite non nutriamo dubbi, siamo invece curiosi di sapere che tipo di accoglienza riceverebbero prodotti simili nel mercato italiano, se fossero legali.

E pare che ora tocchi a Rihanna con MaRihanna.

[Crediti | Link Wired, Dazed, Dissapore]