di Patrizia 27 Febbraio 2019
dieta mediterranea

L’Italia non è più il  Paese più in salute del mondo. La Spagna ci ha rubato lo scettro, come stabilito dal Bloomberg Healthiest Country Index, l’indice che ogni due anni svela qual è la nazione che, grazie ad alimentazione, aspettativa di vita e sistema sanitario, può vincere la medaglia d’oro in quanto a salute, prendendo in considerazione 169 Paesi del mondo.

La Spagna guadagna ben cinque posizioni rispetto all’ultima classifica, datata 2017. Il punteggio complessivo per il Paese europeo è di 92,75 punti. Dietro c’è l’Italia, che nel 2017 aveva conquistato la medaglia d’oro, e che questa volta si deve accontentare di 91.59 punti. Perché la Spagna è riuscita a compiere questa impresa scippandoci di fatto il trono?

Ebbene, la Spagna vanta l’aspettativa di vita più alta di tutti i Paesi dell’Unione Europea, che entro il 2040 potrebbe arrivare a 86 anni. Battuto anche il Giappone, che su questo fronte è il campione assoluto. Poi, il servizio sanitario pubblico è migliore, ora che è stato ridotto il numero di morti per tumori e problemi cardiovascolari ed è stata migliorata l’efficienza di tutto il sistema, complice un efficace piano di prevenzione.

L’alimentazione è, come sempre, uno dei fattori determinanti per stabilire lo stato di salute di un Paese, e questa volta la dieta mediterranea, Patrimonio Culturale dell’Umanità, ha favorito i vicini spagnoli.

La top ten dei paesi più in salute nel mondo, al momento, risulta questa:

  1. Spagna
  2. Italia
  3. Islanda
  4. Giappone
  5. Svizzera
  6. Svezia
  7. Australia
  8. Singapore
  9. Norvegia
  10. Israele

L’Europa, nel complesso, conquista sei gradini. Un ottimo risultato. Pessimo, invece, il dato che ci arriva dagli Stati Uniti, che sono solo 35esimi. Pare che l’alto numero di suicidi e di morte per overdose abbia influenzato molto la posizione in classifica degli states (fate un po’ voi..).

[Crediti | Bloomberg]