di Manuela 17 Marzo 2021
sperlari

La Sperlari ha annunciato di aver eliminato la gelatina di origine animale da tutte le sue caramelle (quindi da Sperlari, Galatine, Saila e Dietorelle). Da tre anni a questa parte l’azienda stava lavorando a un sistema per garantire ai consumatori prodotti buoni, ma rispettosi degli animali e dell’ambiente.

La gelatina animale, prodotta dagli scarti degli allevamenti bovini e suini, è presente in molte caramelle morbide e gommose. La Sperlari, per una scelta etica, ha deciso di sostituire questa gelatina animale con ingredienti di origine vegetale, fra cui l’amido di mais e l’amido di patate (nel frattempo abbiamo chiesto delucidazioni su altri possibili ingredienti di origine vegetale, questione fondamentale soprattutto per chi è allergico a determinate proteine vegetali).

La gelatina animale, dunque, sparirà dagli stabilimenti italiani di Cremona, Gordona (SO), San Pietro in Casale (BO) e Silvi Marina (TE). Piergiorgio Burei, CEO di Sperlari, ha spiegato che la scelta è stata dettata dal voler rispettare i propri valori di eticità e sostenibilità. Proprio per questo motivo, oltre a sostituire la gelatina animale nelle caramelle già presenti sul mercato, hanno anche deciso di lanciare le nuove caramelle Kids: destinate ai bambini, nascono già senza gelatina animale.

Silvio Barbero, vice presidente dell’Università delle Scienze Gastronomiche di Pollenzo e Slow Food, ha sottolineato che la gelatina animale è un processo che origina da carcasse e scarti animali, solitamente bovini e suini. Abbandonare l’uso della gelatina animale è una scelta etica e permette di costruire un mondo che sia più buono, pulito e giusto.

A proposito delle caramelle Kids, ne avremo di diversi tipi:

  • Dinomix: dinosauri frizzanti
  • Sottomarini: animali marini nella variante oliata
  • Incanti: fiori e farfalle zuccherate

Anche il packaging di queste caramelle sarà diverso dal solito: potremo smaltirlo nella carta (materiali certificati FSC).

1