di Manuela 23 Aprile 2020
tonno

Se vi state chiedendo come sia cambiata la spesa durante il lockdown, pare che con questa emergenza Coronavius sia aumentato del 33,6% il consumo di tonno in scatola. Secondo gli esperti, in tempi di pandemia gli italiani tendono a preferire cibi sicuri, pratici e accessibili.

Un alimento che in questi giorni vive un momento di nuova gloria è di sicuro il tonno in scatola: secondo rilevazioni Iri il consumo di tonno in scatola è cresciuto del +33,6%.

Ma per che cosa usano il tonno in scatola gli italiani? Oltre che per mangiarlo così direttamente dalla scatoletta (un piatto in meno da lavare o da carica in lavastoviglie), gli italiani preparano un evergreen della cucina mediterranea: la pasta al tonno. Il piatto ha il pregio che, oltre ad essere comunque pratico, gustoso e con le giuste proprietà nutrizionali, è veloce da preparare.

Luca Piretta, gastroenterologo e nutrizionista dell’Università Campus Biomedico di Roma, ha commentato dicendo che la pasta al tonno fornisce sia carboidrati che proteine. Inoltre il tonno in scatola è ricco di vitamina D e triptofano, utili per il sistema immunitario, l’umore e il sonno.

Ci sono comunque molte altre ricette che si possono preparare partendo con il tonno in scatola oltre alla classica pasta col tonno.

[Crediti Foto | Flickr/pluies]