di Valentina Dirindin 29 Marzo 2020
supermercati

Come sta andando la spesa nei supermercati italiani ai tempi del Coronavirus? Dopo un primo trend in crescita, dovuto all’assalto ai beni di consumo, ora la crisi si fa sentire e si registra invece un calo. È quanto rileva Nielsen analizzando i dati relativi alle vendite della grande distribuzione organizzata.

Per il primo periodo legato all’emergenza Coronavirus, la paura degli Italiani che il cibo potesse scarseggiare ha fatto registrare un trend a doppia cifra (+16,4% la scorsa settimana), che però oggi inizia a rallentare. Pur rimanendo positivo rispetto allo stesso periodo del 2019, il trend rallenta rispetto alle settimane precedenti (+5,4%), soprattuto al Centro Italia. Complice anche la crisi che ha coinvolto molte famiglie italiane, le stesse a cui ha fatto riferimento ieri il premier Giuseppe Conte prevedendo uno stanziamento straordinario di 400 milioni di euro.

“I dati confermano i primi segnali di ‘rottura’ rilevati in precedenza: da un lato causati dalle nuove procedure di ingresso nei negozi, che limitano l’afflusso per garantire le distanze di sicurezza, dall’altro la continua ascesa dei negozi di vicinato, che si trovano nei pressi delle abitazioni e permettono quindi di limitare il tragitto per la spesa. Sul rallentamento della crescita incidono anche le restrizioni governative che vietano la vendita di prodotti non essenziali, per esempio cancelleria ed elettronica di consumo” spiega Romolo de Camillis, Retailer Service Director di Nielsen Connect Italia.

[Fonte: Ansa]