di Manuela 20 Maggio 2020
starbucks

Starbucks ha lanciato la prima tazza riutilizzabile post Coronavirus, la tazza cambia anche colore a seconda della temperatura del liquido inserito. Ma il tempismo è pessimo: visto che siamo ancora in piena emergenza Covid-19, la tazza riutilizzabile non potrà essere riutilizzata.

Potremo quasi definirla la tazza di Schrödinger: è riutilizzabile, ma non è riutilizzabile allo stesso tempo. Ricapitoliamo i pregi:

  • cambia colore
  • è la prima tazza di Starbucks che cambia colore
  • è riutilizzabile
  • è la prima tazza riutilizzabile di Starbucks post Coronavirus

e i difetti:

  • al momento non può essere riutilizzata perché in giro c’è ancora il Coronavirus

Il nome di questa tazza è Confetti Cold Cup e ha cominciato a far capolino sui social network già a partire dalla settimana scorsa. L’azienda ha spiegato che la tazza cambia colore quando al suo interno viene versata una bevanda fresca (è un prodotto chiaramente ispirato all’estate) e che sarebbe stata disponibile già alla fine del mese.

Come spesso accade con le tazze riutilizzabili di Starbucks, è possibile acquistarla già adesso su siti come eBay: costa sui 20 dollari a tazza contro i 4 dollari a cui potrete acquistarla da Starbucks durante l’estate. Ma attenzione: la tazza è riutilizzabile, ma al momento non è riutilizzabile. In pratica se vi presentate da Starbucks con questa tazza, non verrà riempita.

Il perché è semplice: molte catene hanno modificato temporaneamente le loro politiche legate alla ricarica a causa delle nuove misure di sicurezza anti Coronavirus. Anche McDonald’s e Burger King hanno momentaneamente chiuso il self service. E la stessa cosa succede con le tazze riutilizzabili: non potete usarle.

[Crediti | BusinessInsider]