di Manuela 26 Novembre 2019
Vino falso

Continua l’inchiesta di Striscia la Notizia contro i falsi vini italiani prodotti in Canada. In particolare è Jimmy Ghione che si occupa della vicenda: l’inviato di Striscia si trova ancora in Canada, più precisamente a Toronto, per indagare sui negozi che vendono quelli che qui sono noti come wine kit, i vini in polvere canadesi.

Si parla di falso Made in Italy canadese, cioè di prodotti agroalimentari italiani che vengono, però, prodotti all’estero e venduti come se fossero di provenienza italiana. Con anche un netto calo della qualità e del prestigio del prodotto. In particolar modo Striscia la Notizia sta indagando sulle fabbriche canadesi dove viene prodotto e venduto il falso vino italiano.

Questi wine kit, così vengono chiamati, consistono in vino che viene prodotto sul momento per i consumatori utilizzando delle polveri. Questo vino falso viene prodotto in Canada e venduto con nomi italiani. In questo modo cercano di attirare le attenzioni dei consumatori i quali possono farsi il vino da soli in casa. Come? Semplicemente utilizzando delle polveri apposite. Inoltre in questi negozi è anche possibile comprare etichette falsificate, ovviamente con nomi di celebri vini italiani, in modo da fare un falso d’autore tale da ingannare i consumatori meno esperti.