di Veronica Godano 29 Aprile 2020
supermercato

Ai tempi del Coronavirus, ahimè, i misfatti riempiono le pagine dei giornali. Supermercati abusivi, cittadini che si fingono rider per uscire, dulcis in fundo rapine nei supermercati. Quasi un mese fa, nel Milanese, a Trezzo sull’Adda, un padre senza lavoro e casa, mosso dalla disperazione aveva cercato di rubare del cibo in un supermercato. Per fortuna, quella storia ebbe un lieto fine con il direttore che non fece denuncia e il vice commissario della polizia che pagò la spesa all’uomo. Ora a Rovereto, in provincia di Trento, un uomo ha tentato una rapina con il volto coperto in un supermercato Sait in via Mazzini , approfittando di questo periodo in cui è necessario indossare le mascherine.

Si è messo in fila alla cassa e, arrivato il suo turno, ha spinto con veemenza la cassiera facendola cadere dalla sedia e con uno scatto si è gettato sul cassetto del registratore. L’operazione per fortuna non è andata a buon fine, perché in quel momento sono arrivati i carabinieri sollecitati dal direttore del supermercato.

L’uomo, un 48enne italiano già noto per reati contro il patrimonio, è stato bloccato e portato in caserma. Dopo le formalità di rito è stato sottoposto al processo per direttissima con l’accusa di tentata rapina.

[Fonte: Trento Today]