Taormina: niente servizio al tavolo per “colpa del Reddito di cittadinanza”

A Taormina il BamBar costretto a sospendere temporaneamente il servizio ai tavoli: mancano i lavoratori a causa del Reddito di cittadinanza.

bambar

A Taormina il BamBar, noto locale della zona famoso per le sue granite, ha pubblicato un post su Facebook dove spiegava di aver dovuto sospendere temporaneamente il servizio ai tavoli. Il motivo? Secondo il proprietario è colpa del Reddito di cittadinanza.

Nel post si legge che per tutta la settimana il BamBar di Taormina servirà ai tavoli solamente fino alle ore 15. Successivamente e fino alle ore 24 sarà possibile ordinare solamente granite da asporto. Ecco il post:

PER PROBLEMI TECNICI IL BAM BAR DA OGGI CHIUDE ALLE ORE 15:00 CON IL SERVIZIO AI TAVOLI E CONTINUA SOLO CON L’ASPORTO.

Posted by BamBar Taormina on Saturday, August 21, 2021

Il gestore ha così informato i suoi clienti specificando che è stato costretto a questa decisione a causa della carenza di personale: nonostante tutti gli annunci messi, non è riuscito a trovare personale per coprire tutti i turni. In aggiunta il titolare ipotizza che la colpa sia in parte dovuta anche al Reddito di cittadinanza.

Non è certo il primo titolare d’azienda a prendersela col Reddito di cittadinanza: anche Concettina ai Tre Santi di Napoli lamentava il fatto che non si trovano lavoratori in quanto questi preferiscono percepire il Reddito di cittadinanza.

Ovviamente al di sotto del post si sono scatenati i commenti della tifoseria web. Da una parte c’è chi mostra sostegno al titolare, mentre dall’altra c’è chi si chiede se le difficoltà nel trovare dipendenti non siano imputabili ad altri motivi e si domandano se il gestore sia disposto ad assumere il personale con contratti in regola, quale sia il salario previsto e se questo sia adeguato, se gli straordinari e i festivi vengano retribuiti di più, se la mancia rimane al dipendente o meno, se sono previsti buoni pasto e via dicendo.

Potrebbe interessarti anche