di Manuela 12 Novembre 2020
taralli

E’ comparso un nuovo richiamo sul sito Salute.gov: sono stati ritirati dal commercio diversi lotti dei Tarallini alla pizza da 250 grammi di Puglialimentari a causa di un rischio chimico. Sul sito la data di pubblicazione dell’allerta è quella dell’11 novembre 2020, ma sull’avviso di richiamo la data effettiva è quella del 2 novembre 2020.

La denominazione di vendita esatta del prodotto interessato dal richiamo è Tarallini alla pizza 250 g, il marchio del prodotto è Puglialimentari e il nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato è CDM Food SRL in C.da Ponte del Cane. Il marchio di identificazione dello stabilimento o del produttore è Puglialimentari, mentre il nome del produttore è CDM Food srl con sede dello stabilimento a Polignano a Mare.

I numeri di lotto ritirati dal commercio sono quelli che vanno dal 06.09.19 al 12.02.2020, mentre la data di scadenza o termine minimo di conservazione va dal 6 settembre 2020 al 12 febbraio 2021. L’unità di vendita interessata dal richiamo è quella da 250 grammi.

Il motivo del richiamo è la presenza di ocratossina A oltre i limiti consentiti dalla legge. Nelle avvertenze si legge solamente di ritirare dalla vendita tali Tarallini, tuttavia va da sé che se si hanno in casa i lotti indicati sopra, non bisogna consumarli.

[Crediti Foto | Flickr – beckmann]