di Manuela 7 Maggio 2020
prodotti bio

A Tolentino sono state scoperte due aziende che producevano e vendevano prodotti bio che proprio bio non erano. Infatti questi prodotti venivano trattati con fitofarmaci e fertilizzanti vietati. Per questo motivo, per aver spacciato come biologici prodotti che di biologico avevano solo il nome, le due aziende sono state denunciate. Sin da gennaio i Carabinieri forestali di Abbadia di Fiastra stavano indagando sulla vicenda.

I Carabinieri, effettuando dei controlli sul campo e analizzando i documenti provenienti dalle due aziende (una con sede nel comune di Tolentino, l’altra con sede nel comune di Loro Piceno), hanno notato che sia durante il 2019 che durante il 2020, erano stati usati dei prodotti fertilizzanti e fitofarmaci che sono vietati nel settore dell’agricoltura biologica.

Grazie a questa tattica, poi, le aziende erano riuscite anche ad accedere anche a specifici finanziamenti europei. Scoperto l’inganno, come prima cosa è stata sospesa la certificazione Bio per le due aziende ed è stata subito fermata la vendita dei relativi marchi con la dicitura “Prodotto biologico”.

Poi tre persone sono state anche denunciate: l’accusa non è solo quella di frode aggravata nell’esercizio del commercio, ma anche di truffa aggravata a causa delle erogazioni pubbliche ottenute con l’inganno da parte dell’Unione Europea.