di Manuela 29 Maggio 2020
kebab

A Torino è stato chiuso un kebab a causa di alimenti scaduti e gravi carenze igienico-sanitarie. Tutto è accaduto giovedì 28 maggio: al termine dei controlli, non solo il locale ha dovuto tirare giù le serrande, ma il titolare è stato anche denunciato.

Il ristorante-kebab in questione è il Chicken My Chicken di corso Vittorio Emanuele II 64. Tramite un controllo effettuato dalla Polizia di Stato del commissariato San Secondo, dalla Polizia locale del comando Centro e dall’Asl Torino, ecco che sono emersi gravi problemi sanitari. Il locale appariva sporco: i pavimenti erano appiccicosi, i lavandini incrostati e anche le pareti non era pulite.

In aggiunta nel frigorifero sono stati trovati diversi chili di cibi scaduti, fra cui anche 15 chili di prosciutto di tacchino risalente a due mesi prima.

Il ristorante è stato subito chiuso e potrà riaprire solamente quando rispetterà le previste norme igienico-sanitarie.

Inoltre il titolare, un ragazzo di 30 anni di origini pakistane, è stato anche denunciato per aver utilizzato e conservato alimenti in cattivo stato di conservazione.

Sempre a Torino, qualche mese fa, un altro locale di kebab aveva dovuto chiudere i battenti perché le forze dell’ordine avevano trovato della salsa allo yogurt conservata in barattoli usati in precedenza per contenere la vernice.