Torino: rapinano macelleria travestiti da La Casa di Carta, beccati e traditi dai vestiti

A Torino in due hanno rapinato una macelleria travestiti da La Casa di Carta. Solo che poi sono stati beccati subito: a tradirli i vestiti.

La Casa di Carta

Da questa vicenda potrebbe nascere un film. Comico però. A Torino una macelleria è stata rapinata da due individui che indossavano abiti ispirati ai personaggi di La Casa di Carta, con tanto di felpa con la maschera di Salvator Dalì. Peccato solo che siano stati subito beccati. E a tradirli sono stati proprio i vestiti.

La macelleria in questione si trova in via Monte Rosa. Domenica scorsa due malviventi hanno sollevato la serranda usando un cric idraulico e sono entrati nel negozio. Uno ha fatto il palo e l’altro ha rubato dalla cassa 300 euro. Poi i due sono scappati. Quando i titolari della macelleria si sono accorti del furto, hanno subito sporto denuncia.

macelleria

Così si è attivata la Polizia che non ha faticato molto a scovare i due ladri. Il fatto è che i due rapinatori non devono aver guardato con troppa attenzione la serie TV di Netflix visto che non si sono accorti che le videocamere di sorveglianza li avevano ripresi per bene.

La Polizia ha dovuto solamente guardare i video ed ecco che un dettaglio ha subito destato la loro attenzione: uno dei due, un romeno di 32 anni, indossava un vistoso paio di pantaloni rosso (proprio il colore delle tute di Tokyo, Berlino & company) con una bella macchia di vernice. Il fatto è che l’uomo proprio il giorno precedente era stato fermato per un controllo: indossava gli stessi pantaloni rosso fiammanti che poi avrebbe utilizzato per il colpo. Per la serie: passiamo inosservati.

Una volta arrestato l’uomo, ecco che i poliziotti sono facilmente risaliti all’altro rapinatore che indossava la felpa col volto di Dalì, un uomo di 34 anni che, in teoria, doveva essere ai domiciliari per altri reati, salvo decidere di evadere proprio per compiere la rapina.

Rimanendo in tema, vi ricordiamo che in commercio potete trovare anche i chupa chups in edizione limitata dedicati a La Casa di Carta.

[Crediti Foto | Flickr/8527875@N04]

Potrebbe interessarti anche