di Valentina Dirindin 12 Febbraio 2021
drive in pixabay

Difficile sposarsi al tempo del Covid, ma una coppia di Treviso, stanca di rimandare in continuazione la data del matrimonio, ha deciso di cercare una soluzione: così ha organizzato una cerimonia in stile drive-in, con il pranzo di ricevimento servito direttamente all’interno delle macchine.

L’idea è stata di due trentunenni, che con questo escamotage hanno potuto condividere il loro giorno più bello con ben centotrenta invitati, distribuiti ciascuno nella propria macchina.

Tutte le auto si sono ritrovate in un piazzale, quello davanti alla Baita degli Alpini a Villa d’Asolo. Al centro dello spiazzo è stato poi montato un gazebo, sotto il quale i due sposini hanno fatto tutto lo spettacolo di repertorio: taglio della torta, bacio, foto di rito, eccetera.

Poi, il brindisi e il rinfresco con tutti quanti gli amici e i parenti, senza le limitazioni di numero imposte dalle regole per il contenimento del Coronavirus. Ognuno, infatti, è stato servito in tutta sicurezza nel proprio abitacolo dai camerieri, che hanno corso qua e là per il piazzare per consegnare le bevande, gli snack e tutto il resto attraverso i finestrini abbassati delle macchine.

Un’idea che qualche giorno fa era stata utilizzata anche da un ristoratore malese, che con l’escamotage del servizio in auto era riuscito finalmente a riaprire il suo locale e a riprendere a lavorare nonostante il lockdown. E se fosse questo, il futuro della ristorazione? Basta fare attenzione agli interni in pelle…

[Fonte: La Repubblica | Immagine: Pixabay]