di Valentina Dirindin 25 Luglio 2020

In UK è cresciuta a livelli record la richiesta di registrazione di marchi per nuovi prodotti vegani, confermando quella che è ormai una tendenza internazionale. Il numero di marchi registrati per i nuovi prodotti alimentari e bevande vegani nel Regno Unito è infatti più che raddoppiato nel 2019, con un aumento del 128% rispetto all’anno precedente.

Gli ultimi dati rivelano che le aziende hanno richiesto con successo 107 marchi per ogni genere di prodotto vegan, dal gelato agli hamburger, e parallelamente si registra una crescita della domanda dei consumatori per cibo veg. Anche in Uk, infatti, così come negli Stati Uniti, il periodo di lockdown e di crisi sanitaria ha coinciso con una forte crescita dell’interesse dei consumatori e delle vendite per cibi a base vegetale. Una tendenza che probabilmente si spiega con la volontà di abbracciare stili di vita e di dieta ritenuti più sani.

A registrare i nuovi marchi da immettere sul mercato sono anche e soprattutto le grandi multinazionali, come Unilever, che ha registrato per esempio la versione vegana dei sui popolarissimi gelati Magnum e Ben & Jerrys. E anche quelli che ormai sono i pionieri dell’alimentazione “meat free” allargano i propri orizzonti: per esempio Beyond Meat ha registrato alcune varianti del suo marchio commerciale: “Beyond Butter”, “Beyond Cheese” e “Beyond Mince”.

La catena di supermercati discount Lidl ha registrato una gamma di prodotti vegani tra cui dolci e baguette, e anche Ikea (sì, proprio quell’Ikea), inizierà presto a vendere in tutta Europa le sue famose polpettine svedesi in versione vegan.

[Fonte: The Guardian]