di Manuela 12 Febbraio 2020
uova

E’ possibile eliminare la Salmonella dalle uova usando la tecnica della cottura sottovuoto. A sostenere questa tesi è uno studio della Flinders University, il cui testo completo si trova pubblicato online sul sito Liebertpub.com.

La cosa bella di questa ricerca è che il sistema utilizzato per bonificare le uova dalla Salmonella non prevede l’uso di attrezzature fantascientifiche, bensì di apparecchiature che si trovano normalmente in cucina. Tutto nasce dal fatto che il batterio noto come Salmonella enterica serovar Typhimurium è una delle principali fonti di gastroenterite e intossicazioni alimentari al mondo.

E’ possibile trovare la Salmonella un po’ ovunque: nelle uova, nella carne (pollo, manzo e maiale), nei latticini, nella frutta a guscio e, in generale, nei prodotti freschi. Molto spesso il problema è legato alla contaminazione dei gusci d’uovo con il batterio, motivo per cui viene consigliato di non lavare le uova (per evitare che i patogeni possano penetrare nell’uovo sfruttando la porosità del guscio e la conseguente eliminazione della cuticola protettiva).

Per tutti questi motivi, gli studiosi della Flinders University hanno ideato un sistema di decontaminazione delle uova molto semplice a dire il vero: basta metterle in un sistema di cottura sottovuoto con acqua calda a 57 gradi. Le uova vanno trattate in questo modo per 9 minuti.