di Manuela 1 Giugno 2020
pesca

La Valle d’Aosta ha dato finalmente l’ok anche per la pesca nelle riserve del Consorzio Regionale. Tuttavia non affrettatevi oggi e domani: sarà possibile pescare nelle riserve regionali solamente a partire dal 3 giugno, non prima.

E’ stato l’assessore regionale all’ambiente e risorse naturali della Regione Valle d’Aosta a predisporre un apposito decreto che consente la riapertura delle riserve gestite dal Conosorzio Regionale Pesca a partire, però, dal 3 giugno.

Inoltre il lago Verney di La Thuile riaprirà ai pescatori solamente a partire dal 21 giugno. In realtà ricordiamo che le attività di pesca sono attualmente già possibili in Valle d’Aosta dal 9 maggio, ma finora era consentita la pesca solamente nelle acque libere e nelle riserve gestite da privati nella Regione, non nelle riserve regionali gestita dal Consorzio Regionale Pesca.

Grazie a queste riaperture, l’attività della pesca può riprendere normalmente in tutto il territorio, ma bisogna comunque rispettare le norme di sicurezza e i protocolli anti Covid-19: distanziamento sociale, uso delle mascherine e evitare gli assembramenti di qualsiasi tipo e genere.

Ricordiamo che le riaperture e le regole relative per quanto riguarda la pesca, possono variare da regione a regione (e occhio anche alle singole ordinanze comunali). Per esempio la Lombardia ha dato il via libera alla pesca sportiva a partire dal 4 maggio, seguita a ruota dalla Toscana, ma con precise limitazioni.