di Manuela 28 Maggio 2020
Bacareto da Lele

A Venezia è stato chiuso il Bacareto da Lele a causa di assembramenti. Da Lele è uno dei più famosi bacareti del capoluogo veneto: la sanzione è relativa a alcuni segnalamenti di assembramenti relativi al mese di marzo.

La Polizia è arrivata ieri per mettere i sigilli all’osteria veneziana, famosa per i panini e i cicchetti. In realtà la violazione risale a metà marzo: era il periodo in cui il lockdown permetteva ai locali adibiti a somministrazione di alimenti di tenere aperto fino alle ore 18. Secondo i verbali, però, i titolari di Da Lele non avevano vigilato sul rispetto delle distanze interpersonali fra i clienti, creando così assembramenti.

All’epoca, come pure adesso, gli assembramenti di qualsiasi tipo erano vietati. Con il Dpcm dell’8 marzo, Venezia diventava zona rossa e dall’11 marzo iniziava il lockdown. Tuttavia la sera del 12 marzo, al centralino della Municipale arrivava una segnalazione: il Bacareto Da Lele era aperto senza rispettare le norme di sicurezza.

Cinque botti erano state trasformate in tavoli sistemati davanti all’ingresso e qui più di una decina di persone stavano brindando a suon di aperitivi e cicchetti senza che il titolare facesse rispettare le deistanze interpersonali di sicurezza.

Durante il controllo la Polizia aveva verificato l’infrazione e comminato subito una multa di 200 euro al titolare, mandando comunicazione anche al prefetto per valutare se aggiungere l’ulteriore sanzione prevista, quella della chiusura.

Solo in questi giorni, però, la prefettura ha disposto la chiusura temporanea del locale per 5 giorni. I gestori hanno ammesso che, effettivamente, c’è stato un problema nel far mantenere le distanze ai clienti all’esterno.

Nel frattempo il Da Lele aveva cominciato a fare servizio d’asporto, salvo riaprire come parecchie attività il 18 maggio. Inoltre nei giorni scorsi hanno anche fatto richiesta per poter ampliare il plateatico: al momento sono riusciti ad avere tre botti all’esterno e non due.

In teoria Da Lele dovrebbe riaprire i battenti a partire da lunedì prossimo, per la gioia dei clienti affezionati.