di Valentina Dirindin 26 Febbraio 2020
Vinitaly 2016

Nonostante i tanti eventi annullati per il contenimento del Coronavirus, Vinitaly conferma l’edizione 2020. Dopo qualche momento di incertezza, e Veronafiere che affermava di stare “attentamente monitorando gli sviluppi legati alla diffusione del virus COVID-2019” per capire cosa fare con il prossimo appuntamento, oggi arriva finalmente la decisione positiva: la manifestazione dedicata al vino, tra le più importanti di settore in Italia, si svolgerà regolarmente.

Confermato dunque l’appuntamento con Vinitaly a Verona dal 19 al 22 aprile prossimi, come da programma: è il primo segnale positivo (speriamo di molti) dopo la comprensibile paura generata dalla diffusione in Italia del Covid 19, e i conseguenti annullamenti di molte manifestazioni enogastronomiche e non, nel rispetto delle ordinanze emesse dalle molte regioni coinvolte nell’epidemia. La decisione del Cda di Veronafiere, a quanto si apprende, è stata presa in accordo con il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia con il sindaco di Verona, Federico Sboarina.

“Il mondo del vino italiano – ha commentato il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani, secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore – già in passato ha fornito segnale positivo di svolta. Veronafiere è convinta che, anche in questa occasione, il settore potrà contribuire alla ripresa della nostra economia e a rilanciare un clima di fiducia nel Paese”.

[Fonte: Il Sole 24 Ore]