di Manuela 18 Marzo 2021
vino lattina

Anche Zai ha deciso di lanciare il suo vino in lattina grazie alla nuova linea biologica e vegana. La cantina veronese di Zona Altamente Innovativa ha deciso di provare a produrre vino in maniera sostenibile. E per farlo lancia sul mercato questa linea formata da sei canned wine.

La moda del vino in lattina è diffusa soprattutto nel Nord America e in alcuni paesi europei, ma l’azienda ha voluto provare a cimentarsi in questa sfida: riusciranno a convincere gli italiani a bere vino in lattina? Benoit Frécon, uno dei soci, ha spiegato che il loro team crede fermamente nel fatto che bisogna guardare oltre, cercando anche di preservare il mondo che ci ospita.

Per questo motivo hanno deciso di creare dei vini rimanendo concentrati su concetti come sicurezza, efficienza, benessere, gestione delle risorse e innovazione. Così facendo sono nate sei referenze con tanto di storie a seguito, ambientate nel 2150, anno in cui il 99% delle specie animali e vegetali, uva inclusa, sono estinte a causa del cambiamento climatico.

Anche il packaging e il design delle lattine richiama i sei personaggi di questa storia. Ma ecco i sei vini in lattina:

  • Dr. Corvinus: 100% Corvina Verona IGT con gradazione alcolica 11% Vol. Corvinus è l’ultimo erede di una dinastia di sommelier e vive insieme al suo assistente Cork Borg nel castello di famiglia. I due cercano di produrre vino senza usare le uve, che sono ormai estinte, ma non riescono a ottenere risultati
  • Gamea: 100% Garganega Verona IGT con gradazione alcolica 9.5% Vol. Lei è una donna indipendente e avventurosa, ama la natura ed è laureata in Scienze Biologiche. Lo scopo della sua vita è salvare il Pianeta
  • Mr.Bubble: 100% Glera Veneto IGT, vino frizzante con gradazione alcolica 9.5% Vol. È un viveu soprannominato il “pilota del millenio” in quanto con il suo razzo a forma di lattina ha battuto tutti i record di velocità
  • Lady Blendy: Merlot e Cabernet Veneto IGT con gradazione alcolica 10.5%. Lei è una gatta dalla doppia personalità. Di giorno si prende cura degli altri, è una meccanica specializzata e ama dormire. Di notte diventa una spietata cacciatrice di taglie
  • PJ White: 100% Pinot Grigio Terre Siciliane IGT con gradazione alcolica 10% Vol. Lui è l’anarchico, il ribelle pigro e convinto che tutti ce l’abbiano con lui. Passa il suo tempo giocando ai videogiochi, suonando la chitarra e ascoltando la musica. Questo vino è l’unico a non essere vegano
  • Cork Borg: 100% Moscato Veneto IGT, vino frizzante con gradazione alcolica 7% Vol. Lui è un robot a forma di cavatappi, costruito da un antenato del Dr. Corvinus. Il suo scopo è aiutare i più famosi sommelier della Terra

Tutti i vini sono biologici e legati al territorio. Hanno un basso contenuto calorico e una gradazione alcolica ridotta per ambire a uno stile di vita sano. Le lattine saranno disponibili sia nelle enoteche che nella GDO. Anche l’alluminio delle lattine sarà riciclabile e ciascuna di esse equicarrà a due bicchieri di vino.

Per chi si stesse chiedendo come fa un vino a non essere vegano visto che è fatto di uva: i vini vegani si differenziano dagli altri altri perché non utilizzano coadiuvanti tecnologici di origine animale. In fase di produzione, infatti, possono essere utilizzati coadiuvanti come la caseina, l’albumina d’uovo o l’ovoalbumina. Queste sostanze non sono poi presenti nel prodotto finito, nel vino vero e proprio, ma la filosofia vegana vieta l’utilizzo di qualsiasi sostanza di origine animale durante la fase di produzione degli alimenti, anche se poi questa sostanza non è presente nel prodotto finito.

1